Sei qui: Home > Personal trainer > Per Saperne Di Più...
composizione corporea

 

 

COMPOSIZIONE CORPOREA
Analisi che prevede una stima del grasso cutaneo e degli altri compartimenti corporei.

Permette di:

- identificare i rischi di salute associati ad un'eccessiva riduzione o aumento di grasso corporeo;

- identificare i rischi collegati ad un accumulo di grasso nella zona intraddominale;

- promozione della conoscenza delle problematiche inerenti l'aumento o la riduzione del grasso corporeo;

- monitoraggio delle variazioni, nella composizione corporea, che sono associate ad alcune malattie;

- promozione della conoscenza nei cambiamenti della composizione corporea, con interventi sulla nutrizione e l'esercizio;

- stima del peso ideale e correttamente raggiungibile da tutti (atleti e non);

- formulazione di regimi alimentari in funzione della massa magra, e non del peso totale;

- monitoraggio della crescita, dello sviluppo, della maturazione, in funzione dell'età e della composizione corporea.

 

PLICOMETRIA

Metodo di misurazione del grasso corporeo, che utilizza il plicometro, uno strumento utilizzato per misurare lo spessore delle pliche cutanee, ossia per valutare lo stato nutrizionale del soggetto e per capire come si distribuisce, in maniera settoriale, il tessuto adiposo.

 

ANALISI POSTURALE
Esame della postura, in stazione eretta, nei due piani dello spazio, frontale e sagittale, nella visione anteriore, posteriore e laterale.

L'esame statico dell'apparato muscolo-scheletrico (strutturale) utilizza reperti anatomici superficiali per analizzare eventuali asimmetrie.

I punti di riferimento vanno dalla posizione dei piedi alla posizione della testa rispetto alle spalle, al corpo e all'inclinazione laterale, valutata durante l'esame sulla linea medio-gravitazionale.

 

ANALISI delle TENSIONI MUSCOLARI
Valutazione atta ad identificare gli accorciamenti muscolari e a scegliere i corretti esercizi di tonificazione (forza-ipertrofia) e di allungamento (stretching- postura), da inserire in un allenamento individuale.

La valutazione statica permette di ottenere come risultato delle informazioni sul range di movimento, verificato con test attivi e passivi.

 

ALIMENTAZIONE PERSONALIZZATA
Bisogna sempre sapere come, cosa e quando mangiare.

I bisogni per coloro che fanno fitness, sono nettamente differenti da quelli di una persona che svolge attività prevalentemente sedentarie.

Diventa, quindi, molto importante organizzare la propria alimentazione in funzione del lavoro che si svolge, della fase di allenamento in cui ci si trova, facendo riferimento alle personali caratteristiche dipendenti dalla struttura corporea e dal metabolismo.
Gli Atleti, dai professionisti agli amatori, hanno specifiche esigenze alimentari, che devono essere valutate in maniera attenta e singolare, in quanto la domanda di energia dipende dalla tipologia di attività fisica che si pratica.

 

SCHEDE TEST
Per verificare se lo stato di forma di una persona è realmente cambiato, è necessario svolgere dei test all'inizio, durante e al termine del periodo di allenamento.

Questo ci permette di controllare se il programma di allenamento impostato e svolto dal soggetto è stato efficace o meno, consentendoci di apportare le modifiche più idonee al caso.

 

PROGRAMMI INDIVIDUALI
Pianificare un allenamento individuale significa considerare le capacità individuali
(genetiche) e focalizzare l'attenzione sui fattori fisiologici e biomeccanici, che possono essere modificati dall'esercizio, differenziando le contrazioni muscolari, l'intensità, il carico e il volume di allenamento ( ripetizioni e serie).

Articoli correlati

Cosa può curare l'osteopatia
Allenamento personalizzato



Prenota ora

Invia una richiesta per conoscere le nostre disponibilità.



Ho letto e accettato il trattamento dei dati ai fini della Privacy